La certificazione come strumento

LA CERTIFICAZIONE COME STRUMENTO

 logo BVCertification

Nell’anno 2004 la Procura della Repubblica di Bolzano ha elaborato ed avviato un “Progetto pilota per la riorganizzazione e l’ottimizzazione della Procura della Repubblica di Bolzano”, finalizzato a garantire al cittadino un servizio Giustizia più efficace ed efficiente. Tale attività si è conclusa nel maggio del 2007 con il rilascio alla Procura della Repubblica di Bolzano della prima certificazione di qualità a fronte della norma ISO 9001:2000, riconfermata negli anni 2008 e 2009.

La Procura della Repubblica di Bolzano si è impegnata a:

    • migliorare qualitativamente i processi attuati, uniformando e rendendo immediatamente riconoscibili gli atti prodotti dalle singole segreterie; favorire l’ottimale utilizzo delle risorse, sia umane che tecniche nell’ottica di snellire ed accorciare i tempi di procedura;
    • migliorare la comunicazione interna garantendo la condivisibilità, fruibilità e completezza delle informazioni contenute nel sistema informativo della Procura;
    • razionalizzare le spese, attraverso un’analisi costante del processo di erogazione del servizio che tenga conto delle risorse disponibili e dei vincoli di bilancio;
    • diffondere l’esperienza pilota di miglioramento organizzativo e di ottimizzazione agli altri uffici giudiziari attraverso un progetto interregionale/transnazionale di trasferimento di “buone pratiche” promosso dal Ministero della Giustizia, di concerto con la Commissione Europa, il Dipartimento della Funzione Pubblica, il Ministero del Lavoro, il Fondo Sociale Europeo della Provincia Autonoma di Bolzano e le Regioni.Sulla base di tali obiettivi di carattere generale, la Direzione definisce annualmente i propri obiettivi per la qualità.

In quest’ottica, la Procura della Repubblica di Bolzano si è quindi impegnata, anche per l’anno 2010, a perseguire il soddisfacimento dei requisiti del Sistema di Gestione per la Qualità e le esigenze dei cittadini, nel perseguimento del miglioramento continuo.

Il Sistema viene gestito tramite quattro aree di attività fondamentali per il suo funzionamento:

    • la gestione e il funzionamento giornaliero del sistema,
    • lo sviluppo e la documentazione del sistema,
    • gli audit del sistema e il riesame dei risultati da parte della Direzione,
    • il miglioramento continuo della qualità dei servizi svolti da tutte le funzioni a tutti i livelli.