Legalizzazioni e postille

Info

Cos'è?

Legalizzazione

È l’atto con cui il Pubblico Ministero a determinate categorie di documenti (atti firmati da notai e dal personale degli Uffici giudiziari della Provincia di Bolzano) da depositare presso autorità estere, attesta l’autenticità della firma e del sigillo e la qualità del Pubblico Ufficiale che ha sottoscritto l’atto.

Per tutti gli altri atti è competente il Commissariato del Governo.

Per i paesi che non hanno aderito alla Convenzione dell'Aja del 5 ottobre 1961 occorre la legalizzazione da parte della Procura e, inoltre, la controfirma del Console presso il Consolato dello Stato straniero in Italia (a pagamento).

Postilla

Per i paesi che hanno sottoscritto la Convenzione dell'Aja del 5 ottobre 1961 viene fatta la postilla, una forma di legalizzazione abbreviata, la quale è direttamente applicabile nello Stato straniero.

È possibile consultare l’elenco degli Stati che hanno sottoscritto la convenzione dell’Aja sotto il sito ufficiale www.hcch.net sotto la sezione “Specialised sections - Apostille section”.

Chi lo può richiedere?

L’interessato.

Dove si richiede?

Allo sportello 1.

Cosa occorre?

Il documento originale sul quale si chiede che venga apposta la postilla o la legalizzazione.

Quanto costa?

Nulla.

Tempi di risposta:

Entro la giornata successiva.

Esenzione:

Fra Italia e Belgio, Francia, Irlanda, Danimarca o Lettonia non occorre né legalizzazione né postilla, ai sensi della Convenzione di Bruxelles del 25 maggio 1987.