Truffe online

4. Phishing:

phishing-scamsCon il phishing truffatori dotati dell’abilità necessaria, si impadroniscono di database contenenti indirizzi di posta elettronica. Previa creazione di clonazioni dei siti internet dei maggiori istituti di credito, compreso quello di Poste Italiane Spa, mandano a tutte le caselle di posta elettronica in loro possesso una mail con invito ad accedere al sito dell’istituto attraverso un link, inserendo l’identificativo e la password per la funzione di home banking. L’ignaro cliente del corrispondente istituto di credito, collegandosi attraverso il link allegato alla mail, ritiene di essere entrato nel proprio conto corrente, mentre, invece, ha fornito la password di accesso al proprio conto ai truffatori, i quali potranno distrarre i fondi presenti sul conto stesso.


E’ bene sapere che nessun istituto di credito manda mail di questo tipo, alle quali non si deve, nella maniera più assoluta, dare seguito. In ogni caso, molti istituti di credito salvaguardano il cliente imponendo, per l’effettuazione di bonifici in home banking, l’utilizzazione di dispositivi quali generatori di chiavi elettroniche o telefoni cellulari in possesso del titolare del conto.


Indietro...                                              Continua...